Con 36mila test rapidi e 2400 molecolari il Drivein al porto di Civitavecchia ha fatto argine al contagio

"Da domenica prossima chiuderà il Drive in allestito da ASL Rm4 nel Porto di Civitavecchia. Siamo stanchi ma orgogliosi del lavoro svolto per aver portato a termine con successo un'esperienza unica, difficile, complessa e coraggiosa. Sono bastati pochi giorni dopo Ferragosto per capire che i rientri dei vacanzieri potevano rappresentare...

Big Data e assistenza sanitaria basata sul valore

Sfide, applicazioni e futuro dei big data in sanità - da New England Journal of Medicine Catalyst https://catalyst.nejm.org/doi/full/10.1056/CAT.18.0290 Con la loro diversità in formato, tipo e contesto, è noto come sia complesso organizzare i grandi dati sanitari in database convenzionali. E ciò, pur rappresentando una sfida entusiasmante, rende tuttora difficile...

Coronavirus, seconda ondata in Europa. Un modello matematico italiano

Potrebbe arrivare a cavallo tra ottobre e novembre il prossimo picco della pandemia in Italia e più in generale in Europa. Due ricercatori italiani, Giacomo Cacciapaglia che lavora all’Institut de Physique des 2 Infinis, Villeurbanne, Francia e Francesco Sannino, Università della Danimarca meridionale, Odense, Danimarca, hanno elaborato un modello matematico...

I-RIM: la Robotica italiana contro l’emergenza COVID-19 fa scuola nel Mondo e continua nella Fase 2

Pubblicata su Science Robotics la risposta della comunità robotica italiana di I-RIM all’editoriale che si interrogava sul possibile ruolo della robotica nella pandemia Covid-19. Per prepararsi alla fase della “ripartenza sicura”, I-RIM lancia un nuovo questionario per ascoltare i bisogni dei lavoratori e delle imprese. L’Italia è stata la prima...

Secondo l’Intelligence, hackers russi stanno cercando di rubare la ricerca sui vaccini

L'agenzia di sicurezza nazionale ha affermato che un gruppo di hacking associato all'intelligence russa stava prendendo di mira le organizzazioni sanitarie per ottenere informazioni sui vaccini. da New York Times A quanto sembra, gli hacker russi hanno utilizzato spear-phishing e malware per colpire gruppi statunitensi, britannici e canadesi. Gli hacker...